lunedì 7 luglio 2014

E' tempo di..... FERIE

Ciao a tutti, 
Per augurarvi buone vacanze la nostra Luisa ha realizzato per voi dei dolcissimi cake pops Gelato!



Siccome anche per noi è arrivato il periodo delle vacanze, il blog di Mani di fata va in ferie!
Questo periodo ci servirà per ricaricare le batterie e organizzare nuovi eventi, nuove rubriche e portare una ventata di aria fresca! 
Per questo motivo il nostro DT augura a tutti voi BUONA ESTATE E BUONE VACANZE!!!


Cogliamo l'occasione per comunicarvi l'orario estivo del negozio (valido fino al 7 settembre).

Lunedì 16.30-19.30
Martedì 9.30-12.30 16.30-19.30
Mercoledì 9.30-12.30 16.30-19.30
Giovedì 9.30-12.30 16.30-19.30
Venerdì 9.30-12.30 16.30-19.30
Sabato CHIUSO

Saremo chiusi per ferie dal 9 al 24 Agosto. Si riaprirà lunedì 25 agosto alle 16.30

Buone vacanze
Mani di fata

mercoledì 25 giugno 2014

Kit del Mese "Switchboard"

Eccoci con un nuovo fantastico kit... Switchboard by Pink Paislee




il kit acquistabile nello shop, contiene :

-24 carte (solo fronte) collezione Switchboard by Pink Paislee
-1 alfabeto Thickers  by American Crafts
-1 confezione chipboards adesive collezione Switchboard by Pink Paislee pz.48
-35 ephimera collezione Switchboard by Pink Paislee
-1 confezione di Labels collezione Switchboard by Pink Paislee
-Dots in due colori by Studio Calico

Ho realizzato due progettini dedicati alla casa , partiamo subito col primo.
Mi sono divertita a creare questo "home's book" chiamiamolo cosi... per appuntarci tutte le scadenze di casa come ad esempio il controllo caldaia, scadenza utenze etc. con l'aiuto della Dymo ho etichettato le varie pagine con i mesi dove appunterò le varie scadenze.





inoltre ho dedicato due paginette all'autolettura dei contatori acqua e gas, io sono solita farlo lo ritengo indispensabile ;)  e quale modo migliore se non utilizzare questo book-scrapposo ?




Per crearlo ho ricoperto del cartoncino un pò spesso per la copertina con le carte fantasia del kit, decorando con i vari abbellimenti ...... ma il telefono quanto è bello? poi per rilegarlo poi ho utilizzato due anelli.



e poi.... guarda guarda in casa c'era una vecchia scatola di cartone.... perchè non vieni a far compagnia al book? ebbene anche lei ha preso vita .... l'ho rivestita scegliendo tra le carte che più mi ispiravano e abbellita sul fronte con i vari stickers ed abbellimenti  e l'alfabeto . Questa scatolina l'utilizzo come porta utenze e buste paga... ho creato due divisori sempre con le carte fantasia ed etichettati .


cosa ne pensate di queste idee per le vostre casine?
spero di avervi dato qualche idea per rendere scrapposa la vostra home sweet home.
questo è il mio ultimo post prima delle ferie del DT ... vi auguro una buona estate e mi raccomando anche sotto l'ombrellone tra un cocco bello e un pò di tintarella siate sempre creative!!!
ciao ciao
Chiara D.

martedì 17 giugno 2014

L'ospite del mese di Luisa: Gina Pasticcina!!!

Questo mese, ho l'onore di intervistare una giovanissima e bravissima cake designer: Gina Vitucci, in arte Gina Pasticcina! Sono particolarmente orgogliosa, perchè è una "vicina di casa", abruzzese come me! E infatti, l' intervista l'abbiamo fatta chiacchierando tra di noi, un pomeriggio a casa sua!


1. Presentati!
"Ciao a tutti, sono Gina. Ho 22 anni e vivo ad Altino, un piccolo paese della provincia di Chieti. Ho studiato a Firenze, all'Accademia Polimoda. Tornata a casa, ho iniziato a lavorare in un bar. Ho conosciuto il cake design per caso!"

2. Raccontaci: come hai iniziato?
"Ho saputo che la "Sweetest" stava organizzando un corso professionale di pasticceria e cake design a Pescara e ho deciso di parteciparvi a dicembre 2012.
Quindi, inizio a fare cake design nel 2013. A settembre, mi viene chiesto di fare da assistente a tutti i corsi della "Sweetest" tenute dai docenti FIP (Federazione Italiana e Internazionale Pasticceria, Gelateria e Cioccolateria)."

3. Come sei arrivata ai Campionati Italiani di cake design?
"Durante i corsi "Sweetest", il presidente della FIP, Roberto Lestani,  ha visto i miei lavori e mi ha invitato a partecipare!
E così, dal 23 al 27 febbraio 2014, ho partecipato con la mia torta "Incontri di Gioia" ed è arrivata la medaglia d'argento!!! Infine, da aprile, sono diventata, a tutti gli effetti, un'insegnante per la "Sweetest" (l'unica scuola che collabora con la FIP)!"

4. Quali sono i tuoi obiettivi futuri?
"Ovviamente, aver vinto l'argento mi ha riempito di gioia, ma rimane comunque il rammarico per aver sfiorato l'oro! Per questo motivo, uno dei miei obiettivi è provare a vincere l'oro ai prossimi Campionati italiani ed entrare, così, nell'equipe d'eccellenza della FIP per il cake design (per la quale è richiesta almeno una medaglia d'oro!)
Ma, soprattutto, voglio continuare e migliorare la mia formazione con vari corsi professionali, proprio perchè sono convinta che non si finisca mai di imparare!

5. Parliamo del cake design: quali sono i tuoi soggetti preferiti?
"Adoro tutto il cake design, ovviamente! Preferisco il modelling. In particolare, mi piace il tema etnico. In tutte le mie opere più importanti è presente l' "Africa". E infatti, la torta che ho realizzato per l' Host di Milano ha proprio questo tema!"


6. Quali sono gli strumenti di cui non puoi fare a meno?
"Per me sono indispensabili i pennelli in silicone! Infatti, sono strumenti importantissimi per il modelling! Inoltre, trovo utilissimi anche i pennelli normali, per creare delle sfumature d'effetto!"

7. Che consigli vuoi dare a chi vuole fare cake design?
Innanzitutto, per fare cake design bisogna amare davvero quest'arte: se ti piace quello che fai, lo fai anche bene!
Inoltre, se si ha intenzione di trasformare questa passione in lavoro, è importante seguire corsi professionali di pasticceria e cake design, come quelli organizzati dalla "Sweetest" poichè si imparano tantissime cose, tantissimi trucchi e segreti!
Infine, è consigliabile tesserarsi con la FIP. In questo modo, si è sempre aggiornati su corsi e concorsi ed è possibile farsi conoscere al di fuori delle mura casalinghe!"

GRAZIE GINA, per questa intervista!
Ora vi mostro alcuni dei suoi lavori e come mi sono ispirata!

- torta Topolino: una dolcissima torta per il compleanno di un bimbo! 


E se accompagnassimo questo capolavoro con dei cupcake decorati con la faccia di Topolino?
Ho preso un cupcake grande per il viso e 2 piccolini per le orecchie! Ovviamente, ho ricoperto il tutto con la pasta di zucchero nera e color carne, realizzato occhi, naso e bocca....et voilà!


- torta mucca!


L'altro giorno mi sono cimentata in un esperimento culinario particolare. Ho realizzato delle praline cocco e cioccolato bianco! Dopo averli modellati a forma di palline, mi sono resa conto che avrei potuto trasformarli in simpatiche mucchine! 
E così: ho modellato 2 corna di pasta di zucchero arancione; poi con 2 "gocce" (una bianca e una rosa) ho realizzato le orecchie. Musetto e occhi in pasta di zucchero e poi con uno stampino a forma di fiore, ho realizzato il ciuffo e le macchie! Le macchie, in realtà, le ho "schiacciate" con il ball tool, prima di applicarle!


- torta Betty Boop: Ditemi quello che volete, ma io trovo Betty Boop mooooolto sensuale! 


Quindi, mi sono subito venuti in mente dei biscottini un po' "così"....non voglio definirli osè! Ma sicuramente, molto sexy!
Ho semplicemente, cotto dei biscotti a forma di cuore. Poi, con lo stesso stampino, ho realizzato i corsetti e ho ricoperto i biscotti. Infine, ho decorato con pasta di zucchero e con l'ausilio di stampini a forma di cuore, di fiore e anche con un tagliabordi.
I colori della pasta di zucchero? Ovviamente, rosso e nero, very aggressive!!! 


Infine, potevo lasciarmi scappare l'opportunità di farmi ispirare da una torta medagliata??? Certo che no!
Ecco..... "Incontri di gioia".....


Ovviamente, riuscire ad emulare uno dei meravigliosi personaggi realizzati da Gina sarebbe stata pura utopia! Però quella pizza in primo piano era troppo allettante!
E così, ho preparato una piccola pizza per il compleanno di mio marito! L'ho ricoperta con la pasta di zucchero marrone, poi ho spalmato la ghiaccia reale colorata con il colorante rosso, per simulare il pomodoro!
Le olive nere le ho realizzate con i beccucci per la sac a posh; i wurstel li ho tagliati da un semplice salsicciotto di pasta di zucchero; la mozzarella l'ho ottenuta ritagliando dei dischi di pasta bianca con l'aiuto di un coppapasta tondo liscio, poi con l'aiuto di un ball tool e di un tappetino per fiori ho assottigliato i bordi; infine, il basilico l'ho realizzato con uno stampino a foglia!
Con il cacao amaro in polvere ho sporcato tutto, per avere un effetto bruciacchiato!


E con questo è tutto! Conoscere Gina è stato davvero interessante! E' una ragazza sorprendente e talentuosa! Mi auguro che anche voi possiate conoscerla attraverso i suoi lavori!
Alla prossima,
Luisa

sabato 14 giugno 2014

USIAMOLO COSI': la gomma crepla..

Buon pomeriggio a tutte, lo sentite il caldo? Io sì, terribilmente!! Ma oggi sono qui per parlarvi di un prodotto che trovate nello shop, che ho avuto il piacere di sperimentare: la gomma crepla!!
La gomma crepla è un materiale molto utilizzato in hobbistica ed altro non è che schiuma di gomma pressata, che viene venduta in fogli, con la quale si possono fare un sacco di cose, ma procediamo per gradi.
La gomma crepla è spesso associata all'intramontabile Big Shot, perchè fustellare è la cosa più facile e veloce da fare, peccato che io sia una delle pochissime scrapper a non possedere la mitica Big!! Quindi, mi sono arrangiata con forbici e taglierino, ma posso dirvi che è stata proprio una bella soddisfazione!

La prima cosa che mi è venuta in mente di produrre, sono stati dei timbri da utilizzare come sfondo. Potrà sembrare banale, ma la versatilità della gomma, mi ha permesso di autoprodurre un paio di timbri che desideravo da molto tempo, ma che, purtroppo, non ho mai trovato da nessuna parte!
Per prima cosa, ho disegnato le forme che mi interessavo con un pennarello direttamente sul foglio di crepla, senza essere troppo precisa, dopodichè ho tagliato le varie forme.


Ho provato varie combinazioni di disposizione delle mie forme, fino a quando non ho trovato quella che mi garbava maggiormente. Quindi ho recuperato due pezzi di listellini in legno di recupero, li ho tagliati a misure, e vi ho incollato sopra le mie forme in crepla, nell'ordine prestabilito.

Ed ecco i miei timbri, che non sono per niente precisi, ma rispecchiano molto il mio stile scrap.

 Non sapendo resistere, li ho subito provati, tamponandoli con un inchiostro grigio chiaro. Ovviamente, a seconda della quantità di inchiostro e della pressione che esercitate al momento della timbrata, il risultato sarà più o meno marcato.

Lo stesso timbro l'ho utilizzato per la copertina di un minialbum che ho dedicato ad un giorno qualsiasi della mia vita. Questa volta però, utilizzando come base del cartone grezzo, ho usato un tampone marrone, in modo che la timbrata si vedesse meglio. Inoltre con le journaling pen ho messo in evidenza qualche elemento delineandone il controno.

Per l'interno invece, ho tagliato dalla crepla bianca delle paginette di cm 10x15 e le ho alternate con le nuove card Project Life "Pen Pals". Una volta deciso l'ordine definitivo delle pagine, ho rilegato il tutto con la Bind-It-All e ho scrappato l'interno.


Ho usato la crepla anche per scrivere le ore di scatto delle varie fotografie.
Con molta pazienza, ho scritto tutti i numeri al contrario (!!) sulla crepla fucsia e poi, con altrettanta pazienza, li ho ritagliati tutti con un paio di forbicine belle affilate.
Ed ecco un piccolo dettaglio:

Qui di seguito, potete vedere il resto delle pagine del mio minialbum, che ho decorato internamente con tanti ritagli di patterned, qualche wood vener ed i puffy sticker coordinati alle tag.










Infine, ho provato una tecnica per me nuovissima, ma che esiste da un bel pò di tempo! Voi lo sapevate che la gomma crepla si può scaldare? E che una volta scaldata, la si può modellare come si vuole? Io ne ero assolutamente ignara, ma sotto consiglio delle Manine, mi sono un pò documentata in rete e ho deciso di provare a fare degli abbellimenti per questa busta/regalo, che decorato anche con i timbri realizzati in precedenza.


Ho trovato molti tutorial ed ho scoperto che questa tecnica è spesso utilizzata per la realizzazione di fiori tridimensionali e bamboline..cose che non rientrano decisamente tra i miei gusti, ma delle quali mi è piaciuto molto osservare il processo produttivo.
Io sono partita con una cosina di poca entità e di facile realizzazione. Dalla crepla colorata ho tagliato dei cerchi di diverse dimensioni, senpre senza Big Shop, ma utilizzando dei tappi con diametri differenti.
Nel frattempo, ho scaldato il ferro da stiro alla massima temperatura, eliminando l'opzione del vapore. Una volta raggiunta la temperatura, ho messo i cerchi di crepla sulla piastra del ferro. Dopo una manciata di secondi, ho visto i cerchi che hanno iniziato a gonfiarsi e li ho tolti, modellandoli subito con le mani, in modo da conferirgli una forma un pò concava. 
Infine, li ho assemblati uno sopra all'altro cucendovi un bel bottone colorato.
Ed ecco un dettaglio degli abbellimenti.

Bene, per oggi ho terminato, ma d'ora in poi guarderò la crepla con un altro sguardo e non escludo di utilizzarla nuovamente.
A presto
Sara



lunedì 9 giugno 2014

Ispiriamoci... ai Colori dell'Estate.

Pinterest è per me una vera e propria droga, diciamolo subito. Forse non "pinno" tantissimo, ma salto tra una bacheca e l'altra con estremo entusiasmo e sono davvero tantissime le fotografie che finiscono per l'ispirarmi.
Alcune le salvo, altre le stampo proprio perchè mi piace tenerle in appositi quaderni.
Quando ho cominciato a  pensare al post Ispirazione di questo mese mi sono subito venute in mente queste fotografie tutte giocate su una delle mie palette preferire: azzurro, giallo e verde.


E sono stata davvero fortunata, perchè proprio in questi giorni nello shop di mani di fata sono arrivare le nuovissime stoffe americane, e tra loro ho subito trovato quella perfetta dare il giusto "colore" ai miei lavori.
Diciamolo subito, ci sono stoffe di tutti i gusti, adatte ad ogni lavoro e personalmente le vorrei tutte.

Ho cominciato con una delle mie passioni: i cerchetti. Come tutti quelli che mi conoscono sanno bene ho un gran numero di cuginette che commissionano cerchietti ad un ritmo davvero sostenuto. E a me piace accontentarle

Ho usato la sempreverde Big Shot per ritagliare sia la stoffa azzurra che del feltro bianco. Io ho usato una Fustella ormai storica la Bigz a cerchi di diverse dimensioni, ma ovviamente lo stesso lavoro può essere fatto con le nuovissime fustelle AC, che potete trovare nello shop.


Ho quindi combinato i miei cerchi, mettendone uno di feltro sotto ad ognuno di quelli in stoffa


E poi li ho trapuntati usando la macchina da cucire


Poi li ho cuciti assieme sovrapponendoli leggermente l'uno all'altro Bastano un paio di punti, non di più. Ho quindi usato una manciata di Bottoni Colorati per dare un po' di brio alla composizione


A questo punto è bastata una bella dose di colla a caldo per fissare la decorazione al cerchietto e il gioco è fatto!


Diciamolo subito, ho una macchina da cucire, modello base, più un giocattolo che una macchina vera, e nell'usarla non sono mai andata oltre le cosette più semplici.
Però come tutte le scrapper sono incredibilmente attratta da tutto quello che è fatto non sono con la carta, ma anche con la stoffa. E consolatevi, non bisogna essere sarte provette per lavorare con la stoffa e realizzare qualcosa di bello.
In questo caso ho preparato un porta notes. Ho tagliato due strisce di stoffa di 45 cm per 15, 
Visto che non sono molto brava a cucire, ho evitato di fare cose complesse e mi sono limitata a sovrapporle  mettendo tra loro una bella dose di imbottitura e poi a cucirle insieme. Per evitare che la stoffa sfilacciasse l'ho tagliata usando le Forbici a Zig Zag.
Ho cucito prima il perimetro della striscia e poi e ho trapuntato per bene tutta la stoffa. 
A questo punto ho ripiegato uno dei due lati corti su se stesso, per circa 10 cm, in modo da ottenere una tasca in cui infilare il mio quadernetto.
Finita la struttura non mi è rimasto che decorarla un pochino.
Niente carta, visto che in borsa avrebbe finito per rovinarsi, ma ho usato bottoni, feltro e nastri vari per abbellire la copertina ed ora ho un bel porta agenda in cui oltre al quadernino degli schizzi posso riporre anche un paio di penne e una matita: insomma tutto quello che serve per appuntarsi qualsiasi idea possa venirmi mentre sono fuori casa.
E che soddisfazione usare qualcosa di fatto interamente con le proprie mani!!


Ecco l'interno con la taschina per il  quaderno


E voi? Da cosa vi farete ispirare questo mese?